Vico Magistretti

"Design è anche guardare gli oggetti di tutti i giorni con occhio curioso".
Vico Magistretti.

Protagonista indiscusso del design e dell’architettura italiana, progettista di fama internazionale affascinato dalla produzione per la grande serie, Vico Magistretti ha fatto storia con il suo estro e la lungimiranza delle sue creazioni.

La corrispondenza di “amorosi sensi” tra Schiffini e Vico Magistretti, iniziata nel lontano 1965, ha dato vita a opere di pura arte, portando alla realizzazione di cucine come il modello Cina (1986), tuttora intramontabile, come la Solaro (1995), con la sua vocazione al mare o la Cinqueterre (1999), prima cucina in assoluto realizzata interamente in alluminio, fino ad arrivare alla Soviore (2003), in cui raffinatezza e tecnologia si fondono sapientemente. La matita e le idee di Magistretti hanno portato l’innovazione nella produzione dell’arredo in Italia, mostrando al paese un nuovo gusto applicato alle abitudini e alla quotidianità. “Nel design ciò che conta è il concetto espresso con uno schizzo" sosteneva Magistretti, evidenziando come non ci fosse bisogno di tecnicismi ma di semplici concetti abbozzati su carta per creare un mondo.
Come fu sottolineato anche alla mostra a lui dedicata, e curata dalla Fondazione Schiffini a Palazzo Ducale a Genova (2003), Magistretti era “Convinto che certi pezzi siano concettualmente così chiari e semplici da poter essere comunicati per telefono”. Celebri infatti sono i suoi schizzi su fogli spartani, sul retro di una busta o su un biglietto della metropolitana, che in pochi tratti racchiudevano l’universo straordinario della sua mente. Tale genialità, tuttavia, Magistretti non la serbava per sé, ma la condivideva con i tecnici e con i produttori, nutrendosi di confronti e scambi di idee per realizzare un prodotto unico ed eterno. Non è un caso, infatti, che pensasse: " Il Design vuol dire anche parlare assieme". E così il suo pensiero è arrivato a noi, tuttora attualissimo e contemporaneo: produrre mobili per tutti, arredo per la gente. Questo è il patrimonio che Vico Magistretti ci ha regalato
Schiffini