Schiffini | Designers
Designers
Vico Magistretti, Jasper Morrison, Gitta Gschwendtner, Alfredo Häberli
283
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-283,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-4.2,fs-menu-animation-line-through,popup-menu-text-from-top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.4,vc_responsive

Designers

Vico Magistretti
Vico Magistretti

Laureatosi in architettura al Politecnico di Milano nel ’45, già nel 1956 è tra i soci fondatori dell’Associazione per il Disegno Industriale. L’attenzione di Magistretti per la casa e per l’abitare lo rende uno dei protagonisti del design degli anni ‘60 e ‘70. Il suo lavoro unisce i principi dell’architettura al design industriale, caratteristica che lo porta a progettare una serie di arredi ed oggetti che faranno storia, come, ad esempio, la lampada “Eclisse” (1966), la poltrona “Maralunga” (1973) e la lampada “Atollo” (1977), per i quali riceve il premio Compasso d’Oro. I riconoscimenti nel campo del design si moltiplicano velocemente: la medaglia d’oro dal SIAD (Society of Industrial Artists and Designers), l’elezione a membro onorario al Royal College of Art di Londra, e la partecipazione a conferenze e lectures in Europa, Giappone e Stati Uniti. Nel 1997, il Salone del Mobile di Milano dedica al maestro una mostra monografica accanto a quella di Gio Ponti. Nel 2003 Palazzo Ducale di Genova ospita la mostra esclusiva “Vico Magistretti. Il design dagli anni Cinquanta a oggi”, a cura della Fondazione Schiffini, e nello stesso anno è nominato membro del Comitato Scientifico della Fondazione Politecnico di Milano. I suoi ultimi progetti di design sono stati presentati al Salone del Mobile del 2008, a due anni dalla sua scomparsa. Ancora oggi, alcune sue opere sono esposte alla collezione permanente del MOMA di New York e in altri musei in America e in Europa.

Jasper Morrison

Jasper Morrison nasce a Londra nel 1959 e si laurea in Design al Kingston Polytechnic e al Royal College of Art. Nel 1984 con una borsa di studio frequenta l’HdK di Berlino. Nel 1986 apre il suo Studio di Design a Londra. Oggi Jasper Morrison Ltd ha studi a Londra, Parigi e Tokyo. Progetta oggetti di ogni tipo, tra cui mobili, illuminazione, prodotti elettrici, orologi e scarpe, per aziende come Vitra, Cappellini, Flos, Marsotto, Punkt, Camper e Muji. Ha pubblicato diversi libri con Lars Müller Publishers, tra cui “Super Normal” (con Naoto Fukasawa) e A Book of Things, e ha lavorato a una serie di mostre nel suo negozio a Londra e nei musei e gallerie di tutto il mondo. Jasper Morrison per Schiffini: nasce Lepic, un progetto che riflette la filosofia creativa del desi­gner, basata sul concetto di “Super Normal”. Lepic è un sistema ricco di varian­ti, di studiati accostamen­ti tra materiali diversi.

Jasper Morrison
Häberli
Alfredo Häberli

Nato in Argentina nel 1964 e svizzero d’adozione, Häberli oggi è un affermato designer internazionale che vive e lavora a Zurigo. Il suo lavoro e le sue creazioni uniscono la tradizione all’innovazione, la gioia all’energia, l’essenzialità alla funzione. Il risultato sono i lavori fatti per Alias, BD Barcelona, Camper, Georg Jensen, Iittala, Kvadrat, Luceplan, Moroso e Vitra. La collaborazione con Schiffini porta alla creazione della cucina Mesa, alla quale il designer arriva rifacendosi all’esperienza della propria infanzia. La visione della sua cucina prende le distanze dalle forme asettiche che fanno mostra di sé sulla carta patinata delle riviste di arredamento o negli showroom, per assumere i contorni della cucina laboratorio, un ambiente in cui vivere e cucinare davvero. Ovvero un progetto per fare della cucina la vera anima della casa. Con Pampa Alfredo Häberli prosegue nella sua ricerca sullo spazio cucina come anima della casa. Questo progetto si distingue per l’esclusiva maniglia a tasca ricavata nella struttura dell’anta. Una lavorazione complessa, dall’originale effetto plastico e tridimensionale. Un segno curvo, leggero e morbido come un sorriso. Le sue opere sono state presentate in varie mostre e gli hanno valso numerosi premi e riconoscimenti internazionali.

Alfonso Arosio

Laureato in Industrial Design e Arredamento al Politecnico di Milano, inizia nel 1992 a collaborare con Cappellini Spa in qualità di responsabile Marketing Operativo. Grazie a questa esperienza acquisisce know how nell’interior design, corporate identity e pubbliche relazioni, curando l’immagine dei negozi Cappellini nel mondo. Da qualche anno è docente di progettazione presso lo IED di Milano. Inoltre cura progetti per aziende del settore del mobile, per showroom di arredamento e stand fieristici in Italia e all’estero, oltre ad occuparsi di design per abitazioni private e spazi pubblici.

Giuliano Giaroli

Giuliano Giaroli apre il suo Studio nel 1985 dedicandosi prevalentemente all’arredamento e alla ristrutturazione d’interni. Le sue ambientazioni sono sempre fortemente connotate dagli elementi di arredo che lui stesso progetta come interior designer. La stretta collaborazione con Schiffini è iniziata nel 2003 con la progettazione di alcune linee di cucina e di complementi. Giuliano Giaroli vive e lavora a La Spezia.

Giaroli e Arosio
Gitta
Gitta Gschwendtner

Le opere di design di Gitta Gschwendtner comprendono mobili, interior, mostre di design e allestimenti per artisti, spazi culturali e aziende. Lo studio è specializzato all’approccio “su misura” del design. Ogni progetto è attentamente studiato e ogni soluzione è una risposta individuale alle particolari esigenze del progetto stesso. I disegni al loro interno contengono un racconto e derivano da un’attenta ricerca di una soluzione ai problemi piuttosto che alla forma. Il progetto di Gitta Gschwendtner per Schiffini interpreta la cucina come un’architettura. Il disegno di The Drawer Kitchen è un volume scultoreo che nasconde e offre con un gesto cibi, utensili e oggetti della cucina; una grande isola che si presenta come un monolite e si trasforma in un banco di lavoro intorno a dei funzionali cassetti. Ideata in occasione dell’evento Handmade di Wallpaper 2010, dall’aprile 2014 The Drawer Kitchen è entrata in produzione.